Ddl diffamazione: Alemanno, su Sallusti vicenda desolante

”Leggere che un direttore di un grande quotidiano, in Italia, e’ condannato agli arresti domiciliari per le opinioni che ha espresso sulle pagine del suo giornale e’ qualcosa di profondamente mortificante per l’immagine del nostro Paese. La vicenda che vede protagonista e vittima Alessandro Sallusti de ‘Il Giornale’ e’ desolante. E’ quanto dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, in merito ai 14 mesi di condanna per il giornalista Alessando Sallusti. ”Una democrazia solida e matura non ha bisogno di queste assurde misure punitive. La liberta’ di stampa e di critica – aggiunge – sono sancite dalla nostra Carta Costituzionale cosi’ come sono tutelati dal nostro ordinamento i diritti delle persone offese o diffamate. Occorre trovare al piu’ presto un punto di equilibrio fra queste due posizioni, facendo appello nel frattempo al buon senso da parte dei magistrati che hanno la responsabilita’ di far rispettare le leggi. Dobbiamo evitare che un procedimento penale o una causa civile per diffamazione a mezzo stampa si trasformino in una forma surrettizia di censura o bavaglio”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari