RAI: SLC CGIL, PRODUZIONE SHOW BENIGNI SIA INTERNA E NON ESTERNA

(AGI) – Roma, 27 nov. – L’imminente show televisivo su Rai1 di Roberto Benigni sia prodotto internamente e non ricorrendo a “costosi appalti esterni per parti di produzione assolutamente realizzabili all’interno” della Rai, come accaduto in occasione de ‘Il piu’ grande spettacolo dopo il weekend’ dello scorso autunno con Fiorello. “Confidavamo, con la nuova gestione e le promesse di Gubitosi e Tarantola, sulla valorizzazione delle professionalita’ interne, anche al fine di ridurre i costi di produzione ed evitare di ripercorrere scenari del passato. Invece ancora una volta – prosegue il comunicato Slc Cgil – nonostante la profonda crisi dei conti aziendali, cosi’ come accadde con il programma di Fiorello, ci troviamo a rincorrere le scelte della Direzione Intrattenimento sperando, ancora una volta, di recuperare almeno una parte delle lavorazioni alla produzione interna”. Nella nota si legge ancora: “Abbiamo consapevolezza, vista la pessima riorganizzazione del passato, della difficolta’ di raccordarsi tra aree aziendali differenti, ma e’ inaccettabile chiedere al sindacato, proprio in questi giorni, uno sforzo per ottimizzare il lavoro di tecnici, operai e impiegati, renderlo flessibile e quindi piu’ competitivo e meno costoso, senza che tali richieste non siano un obbligo anche per i dirigenti che fanno scelte cosi’ rilevanti. Invitiamo i vertici aziendali ad intervenire per ricondurre tutti alla dovuta responsabilita’”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi