Rai/ Giulietti: Nomine, non si coglie rottura con altre stagioni

Roma, 28 nov. (TMNews) – “Il giudizio sulle proposte di nomina Rai lo daranno, come prevede la legge i consiglieri di amministrazione. Ci auguriamo che, prima di procedere al voto sui singoli, si voglia, almeno in questa occasione, procedere al reintegro di quanti sono stati esclusi per ragioni estranee al merito e all’ impegno professionale”. Lo afferma in una nota Beppe Giulietti di articolo 21.
“Questo servirebbe davvero a chiudere con la troppo lunga stagione delle omissioni, delle espulsioni, delle liste di proscrizione – aggiunge -. Allo stesso modo ci attendiamo che si voglia finalmente procedere ad un confronto tra le candidature, premessa di un nuovo metodo che dovrà  davvero segnare una radicale rottura con gli schemi del passato. Sotto questo profilo, al di là  delle singole valutazioni e del giudizio sulle persone, è davvero difficile cogliere, almeno per ora, una rottura con le stagioni precedenti”.
“Del resto sino a quando la legge Gasparri non sarà  cambiata e non sarà  effettivamente rotto il rapporto tra governo, partiti e criteri di nomina del gruppo dirigente – conclude Giulietti – non potrà¡ mai esserci un cambiamento effettivo e sostanziale”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi