Comunicazione, Editoria

29 novembre 2012 | 17:39

Cameron: “dubbi” su ipotesi legge regolamentazione stampa

Londra, 29 nov. (TMNews) – Il premier britannico David Cameron ha espresso “forti dubbi e preoccupazioni” sull’ipotesi di una legge di regolamentazione della stampa come quella proposta dalla Commissione Leveson, che ha diffuso oggi i risultati dell’inchiesta sullo scandalo delle intercettazioni che ha visto coinvolte numerose testate.
Se noi iscrivessimo in una legge gli elementi di regolamentazione della stampa varcheremmo il Rubicone, e dovremmo riflettere molto attentamente prima di superare questa linea”, ha dichiarato Cameron in un intervento parlamentare.
“Non sono convinto in questo momento che per realizzare gli obbiettivi del rapporto Leveson sia necessaria una legge” ha concluso il premier, secondo il quale andrebbero valutate delle delle “opzioni alternative”.
“Quel che viene proposto è un organo di regolazione indipendente della stampa, organizzato dalla stampa ma iscritto in un quadro legislativo che garantisca i livelli necessari di indipendenza ed efficacia”, si legge nel documento firmato dal giudice Brian Leveson.
“Troppe volte alcuni organi di stampa, in cerca di una storia da pubblicare, hanno agito come se il codice di regolamentazione stabilito dai mezzi di informazione non esistesse affatto”, continua Leveson, che accusa anche i politici di tutti i partiti di aver sviluppato dei rapporti “troppo stretti nei confronti della stampa, e che non sono nell’interesse pubblico”.