SALLUSTI: IACOPINO, ATTO VIOLENZA SENZA PRECEDENTI

(ANSA) – ROMA, 1 DIC – “Ho esitato a intervenire qui, perché temo possa emergere il peggio di molti: militanza, rancori personali, risentimenti professionali. Non è in discussione la gravità  dell’accaduto a suo tempo né il comportamento di Renato Farina che non vedeva, non sentiva e non parlava mentre tutti gli organi di informazione facevano il conto alla rovescia sulla sentenza della Cassazione. Qui occorrerebbe riflettere su una condanna che passa da 5.000 euro di multa a 14 mesi di reclusione”. Lo scrive il presidente dell’Ordine dei giornalisti Enzo Iacopino, sul suo profilo Facebook intervenendo nella vicenda dell’arresto di Alessandro Sallusti. “Ma anche, e soprattutto, sulla verbosità  di un Parlamento che dice di voler affrontare il problema del carcere per i reati di opinione – aggiunge Iacopino – e riesce solo a produrre quella vergogna di legge che è stato costretto a buttare nella spazzatura. Sallusti con la sua scelta continua a sottolineare l’esistenza di un problema reale che riguarda migliaia di giornalisti che non hanno la sua notorietà . Per una che come Amalia De Simone non si fa intimidire, ce ne sono tanti altri che vivono per anni nell’incubo delle conseguenze, anche economiche, di una querela. E’ questo il primo attentato al diritto dei cittadini di avere una informazione libera, rispettosa della verità  e delle persone. La polizia che entra in una redazione per un arresto è un atto di violenza che non ha precedenti. Temo già  i commenti. Ma se, per una volta, riuscissimo a liberarci dalle idee politiche alle quali singolarmente abbiamo diritto forse potremmo tutti uniti reagire al disegno perverso di un Parlamento che è riuscito a mantenere una pistola puntata alla nuca di migliaia di giornalisti. Alla vigilia di una campagna elettorale che, lo si intuisce già , sarà  piena di colpi sotto la cintura”.(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari