MURDOCH: DIVIDE IN DUE E AGGIORNA IL SUO IMPERO MEDIATICO

(AGI/REUTERS) – New York, 3 dic. – Per rispondere alle richieste degli azionisti, preoccupati dalle ripercussioni del tabloidgate in Gran Bretagna, Rupert Murdoch ha ridisegnato il suo impero mediatico. Entro giugno 2013 la casa madre News Corp sara’ divisa in due e per prepararsi allo ‘scorporo’ ha operato nuove nomine nei posti chiave. Infine ha staccato la spina all’avventura del ‘The Daily’, il primo quotidiano solo online e per iPad. La capogruppo sara’ divisa tra una societa’ responsabile delle attivita’ piu’ redditizie (film e tv) che si chiamera’ ‘Fox Group’ (conterra’ la 20th Century Fox, i canali Fox negli Usa, Sky in Gran Bretagna e Italia, tra gli altri). La seconda riunira’ tutte le attivita’ editoriali (Wall Street Journal e New York Post negli Usa, The Times e The Sun in Gran Bretagna, e altre decine testate in tutto il mondo, piu’ la casa editrice HarperCollins), prestigiose ma molto meno proficue, faranno capo ad un’altra entita’ che prendera’ il vecchio nome, ‘News Corp’.
Lo ha annunciato lo stesso tycoon di origine australiana, spiegando che si tratta di una scelta ‘romantica’. “Il potere della parola scritta e’ stato parte di me (nelle mie ossa) per tutta la mia vita”, ha scritto Murdoch in una mail ai suoi dipendenti. La separazione entrera’ in vigore da giugno 2013. A capo della parte editoriale, News Corp, sara’ dal primo gennaio l’attuale direttore del Wall Street Journal, Robert Thomson. Al suo posto andra’ l’attuale vice, Gerard Baker.
In Gran Bretagna si e’ dimesso Tom Mockridge, ex ad di Sky Italia, catapultato a Londra nel luglio 2011 per prendere le redini di News International (la filiale britannica del gruppo), travolta dallo scandalo tabloidgate. Mockridge, secondo fonti interne, puntava al posto conquistato da Thomson. Al suo posto e’ stato nominato Mike Darcey, ex direttore esecutivo di Bskyb. Rupert Murdoch ha infine chiuso The Daily, il quotidiano online nato esclusivamente per iPad il 2 febbraio 2011. La pubblicazione cessera’ il 15 dicembre e il suo direttore, Jesse Angelo, diventera’ editore del tabloid New York Post, sempre di Murdoch.
“Dal suo lancio The Daily e’ stato un coraggioso esperimento…ma sfortunatamente abbiamo verificato che non e’ stato possibile trovare un audience sufficientemente vasta per convincerci che il modello di business fosse sostenibile nel lungo periodo”, ha dichiarato in un comunicato Murdoch.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi