Telefonia: vent’anni fa il primo sms inviato a un dirigente Vodafone

(ASCA) – Roma, 3 dic – Era il 3 dicembre del 1992 quando un giovane ingegnere di 22 anni invio’ il primo sms via telefono. Neil Papworth fu sorteggiato per testare il nuovo software e invio’ un messaggio di testo con su scritto ”Buon Natale” a un dirigente della Vodafone, dopo aver lavorato allo sviluppo del programma. Intervistato in occasione dell’anniversario da BBC radio, Papworth ha raccontato che nessuno avrebbe mai immaginato che quel software avrebbe rivoluzionato per sempre la cultura della comunicazione. ”Alla Vodafone pensavano di utilizzarlo come un sistema interno, in modo che le segretarie potessero rimanere in contatto con i loro capi, inviare loro messaggi e dire loro cosa fare e dove andare”, ha raccontato. Papworth all’apoca lavorava per una compagnia chiamata Sema Group Telecoms presso gli uffici Vodafone di Newbury, nel sud-est dell’Inghilterra, per lo sviluppo di quello che era chiamato Short Message Service Centre (SMSC). Nel 1992 i telefoni portatili non avevano tastiere, cosi’ il messaggio fu scritto attraverso la tastiera di un computer. Il primo sms fu inviato a Richard Jarvis, un dirigente della Vodafone che stava partecipando a una festa aziendale in vista del Natale dall’altra parte della citta’ e Papwort ha raccontato che era emozionato per l’evento, anche se non avrebbe mai potuto credere a quello che sarebbe successo in seguito. L’anno scorso solo in Gran Bretagna sono stati 150 miliardi gli sms inviati. Il ”pioniere” degli sms oggi vive a Montreal, in Canada, e lavora sempre come architetto di software.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci