SALUTE: SORRISI E ‘IMMAGINI’, TELECOM SOSTIENE IL BAMBINO GESU’

(AGI) – Roma, 4 dic. – Un sistema radiologico telecomandato statico e dinamico e un sistema misto con rilevatori integrati da parete e da tavolo, entrambi con soluzioni wireless. Apparecchiature diagnostiche digitali di ultima generazione in grado di ridurre l’esposizione dei piccoli pazienti alle radiazioni ionizzanti, migliorando al contempo la qualita’ del risultato diagnostico e il comfort durante gli esami con una migliore e piu’ efficiente utilizzazione delle risorse. Sono le apparecchiature acquistate dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’ grazie alla donazione di Telecom Italia che ha voluto celebrare questo momento con una festa per i bambini, coinvolgendo personaggi del mondo dello spettacolo. Lo riferisce una nota dell’ospedale romano.
A fare la loro comparsa in diversi reparti, capeggiati dal Gabibbo, sono stati artisti come Milly Carlucci, Max Tortora, Flavio Insinna, Guillermo Mariotto, Pino Strabioli e Simone Di Pasquale. I vantaggi delle nuove apparecchiature – che andranno a corredare il Dipartimento di Diagnostica per immagini in corso di ultimazione nella sede dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’ di San Paolo Fuori le Mura – si sintetizzano nel concetto di “digital separability”, ovvero nel miglioramento della qualita’ attraverso la gestione dei dati digitali analizzati nelle differenti fasi del processo: acquisizione, trasmissione, archiviazione, visualizzazione, interpretazione, e consultazione. Grazie all’innovativa tecnologia che permette di compensare eventuali errori di esposizione dovuti alle difficolta’ che sono tipiche delle indagini sul bambino, combinata con algoritmi specifici per diverse patologie, si riesce a ridurre sensibilmente l’emissione delle radiazioni. Il Dipartimento attualmente eroga esami di diagnostica per immagini specifici per neonati, bambini e adolescenti (radiologia convenzionale, tomografia computerizzata, ecografia, risonanza magnetica, medicina nucleare) con una interpretazione diagnostica dedicata alla pediatria e lo sviluppo di tecniche innovative in un ambiente sicuro per i pazienti e le loro famiglie. Nel 2011 il Dipartimento ha eseguito e interpretato il maggior numero di esami pediatrici in Italia: circa 134.000 contro i 125.000 del 2010.
La nuova dotazione tecnologica installata grazie alla donazione di Telecom Italia e dedicata ai pazienti non ospedalizzati, contribuisce allo sviluppo delle attivita’ del Bambino Gesu’ non solo sul fronte dei servizi ambulatoriali a bassa complessita’, ma si estende al supporto diagnostico delle patologie complesse affrontate senza ricovero notturno nel polo di San Paolo. “Competenze tecniche, esperienze professionali e utilizzo avanzato delle nuove tecnologie sono gli ingredienti per l’eccellenza assistenziale – dichiara Giuseppe Profiti, presidente dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’ – ma si tratterebbe di un percorso incompleto se a queste tre componenti non se ne aggiungesse un’altra: l’attenzione e la dedizione verso il destinatario, protagonista dell’esperienza della cura, il bambino. Questa la leva di valore che muove i nostri professionisti ed e’ la stessa leva che abbiamo ritrovato nello spirito con cui Fondazione Telecom ha affiancato l’Ospedale non tralasciando di consegnare ai piccoli pazienti del Bambino Gesu’ – insieme a nuove opportunita’ di diagnosi e cura ad alta tecnologia – anche tanti sorrisi per merito degli artisti e dei personaggi coinvolti in questa festa”. “Il dono di Telecom – spiega Paolo Toma’, direttore del Dipartimento di Diagnostica per immagini del Bambino Gesu’ – e’ in piena sintonia con quello che il Polo di San Paolo rappresenta: accoglienza, qualita’, sicurezza, dal punto di vista di un rinnovamento che continua a porre al centro i piccoli pazienti e le loro famiglie”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci