Editoria/ Peluffo annuncia istituzione tavolo per il libro

Il sottosegretario: credito d’imposta per investimenti digitali

Roma, 7 dic. (TMNews) – Vantaggi fiscali per chi investe nell’editoria digitale italiana e l’apertura di un tavolo interministeriale per il libro e l’editoria. Sono queste le due principali novità  annunciate dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Paolo Peluffo, intervenuto alla fiera della piccola e media editoria di Roma, “Più libri più liberi”. “L’obiettivo del tavolo interministeriale – ha spiegato Peluffo a TMNews – è quello di raccogliere tutte le istanze che in questo anno mi sono arrivate dal mondo dell’editoria e della lettura, perché siamo convinti che siamo di fronte a un passaggio strutturale, non congiunturale, che si è assommato a una crisi di carattere congiunturale. Rispondendo alle richieste dell’Aie, Peluffo ha parlato anche della questione dell’Iva. “Tutti vorremmo abbassare l’Iva sul digitale – ha spiegato – ma non è nelle disponibilità  del governo italiano, è nella disponibilità  della Commissione europea. In alternativa o in attesa di una modifica per il digitale si possono finanziare gli store, librerie digitali ed edicole digitali di proprietà  italiana. Questa misura è stata reintrodotta nel maxiemendamento ed è legge”. La formula scelta è quella di un credito d’imposta del 25%, che in qualche modo compenserebbe l’elevata aliquota dell’Iva sui prodotti digitali. E per Peluffo, che ricorda come anche sul cartaceo le tasse effettive siano più basse del 4% nominale, non è vero che c’è disattenzione verso il libro. Quando si dice – ha concluso Peluffo – che il libro non è sostenuto, si dice una verità  parziale, perché il sostegno che c’è con l’Iva agevolata è veramente un sostegno per l’Italia necessario, utile, per me giusto”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari