Web/ Assegnati 21 Teletopi, gli oscar 2012 delle web tv italiane

Tra le antenne di eccellenza prevalgono quelle lucane e calabresi

Milano, 7 dic. (TMNews) – Assegnati i Teletopi 2012, gli oscar delle web tv: assegnati venti premi tra categorie, menzioni e premi speciali. Prevalgono i temi ambientali, sociali e i progetti veicolati su social network e devices mobili mentre tra le “antenne” di eccellenza si segnalano quelle del sud Italia, soprattutto lucane e calabresi. I premi sono stati assegnati a Reggio Emilia da una giuria composta da otto giornalisti, esperti di nuovi media e critici del mondo della carta stampata, tv e web. La giuria è stata presieduta per il terzo anno consecutivo da Carmen Lasorella.Nella graduatoria spiccano X-Factor come miglior social tv 2012 mentre Giallozafferano, dedicato interamente alle ricette di cucina, si conquista la palma di miglior proposta su device mobile. Tra le aziende vincono Volvo, Enel e Telecom Italia. Nella Pubblica amministrazione vince R-Nord di Modena, web tv dell’integrazione. Per la categoria universitaria riconoscimento a b-Students tv dell’Università  Bocconi. Nella lista dei premi spiccano Cn24.tv (Cosenza) miglior web tv informativa, Olachannel (Potenza) miglior web tv di denuncia, Parcopollino.tv (Vibo Valentia) miglior web tv turistica, Granaidellamemoria.it (Bra, Cn) miglior web tv amarcord, Diregiovani.it (Roma) miglior web tv giovane, Forzapescara.tv (Pescara) miglior web tv sportiva, Quattrozampe.tv (Parma) miglior web tv da community, B Students tv (Milano) miglior web tv universitaria, Rnord tv (Modena) miglior web tv realizzata dalla Pubblica Amministrazione, Antenna Sud (Bari) miglior web tv realizzata dalla tv locale, Volvo.it miglior web tv aziendale esterna o detta anche brand tv, Enel web tv miglior web tv aziendale interna o detta anche business tv e infine Avoicomunicare.it risulta la miglior piattaforma digitale green.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi