GIORNALISTI: IACOPINO, PROFESSIONE COMPORTA DOVERI

(ANSA) – PALERMO, 10 DIC – “Ci sono troppi giornalisti che vivono questo mestiere come diritto, invece comporta a mio avviso doveri: il rispetto della verità  e delle persone. Troppo spesso, invece, si scade nel sensazionalismo e questo non corrisponde a un’informazione corretta”. L’ha detto il presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti Enzo Iacopino, a Palermo, per partecipare al convegno ‘Deontologia e riforme nella professione giornalistica: un cammino appena iniziato a salvaguardia dell’eticà . “Non tocca a noi fare gli educatori, perché non dobbiamo precipitare nell’eccesso opposto – ha aggiunto-; tocca a noi fornire le notizie ai cittadini in modo che possano operare le loro scelte in maniera consapevole”. Per Iacopino “C’é troppa distrazione e la regola delle cinque “W” è stata sostituita da un’ altra regola, quella delle cinque “S” (sport, spettacolo, sano, sesso, soldi)”. “Chi guarda l’informazione di oggi vede che c’é una drammatizzazzione sistematica – ha sottolineato – che purtroppo riscuote il consenso di una quota non marginale della societa”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari