RAI: CASO LITTIZZETTO, MARZIALE “AZIENDA INTERVENGA”

ROMA (ITALPRESS) – All’indomani del monologo di Luciana Littizzetto a “Che tempo che fa” (… ora torna Berlu, sale lo spread… Non dico un pudore, sentimento antico, ma una pragmatica sensazione di avere rotto il c… ?!”), interviene l’Osservatorio sui Diritti dei Minori.
“Che gli italiani abbiano un animo esacerbato a causa delle vicende politiche e’ un dato di fatto – afferma il sociologo Antonio Marziale, presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori e consulente della Commissione parlamentare per l’Infanzia – ma che sia la comica Luciana Littizzetto a rappresentarne le ragioni con un linguaggio estremamente scurrile, in fascia protetta e da uno dei canali della tv di Stato e’ davvero troppo.
Cosi’ com’e’ troppo il tempo trascorso rispetto ad una presa di posizione che gli amministratori della Rai sono tenuti a prendere per evitare che le trasgressioni ad una legge in vigore per la tutela dell’Infanzia debordino ulteriormente”.
Marziale, che ha lavorato nella commissione ministeriale preposta alla stesura del Codice Tv e Minori, recepito dalla legge per il riordino dell’assetto radiotelevisivo, si dice: “Sconcertato, non gia’ per il solito linguaggio edulcorato della comica Littizzetto, bensi’ dal costante ed incalzante mancato rispetto delle regole.
Segno evidente e inconfutabile che della tutela dei Minori in Italia non interessa a nessuno”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi