TV: CUCINE DA INCUBO, ARRIVA LA VERSIONE ITALIANA

IN PRIMAVERA SU FOXLIFE CON LO CHEF ANTONINO CANNAVACCIUOLO

(ANSA) – ROMA, 12 DIC – Vi appassiona vedere un perfido cuoco ristrutturare radicalmente cucine malandate per offrirle ai clienti nuove, efficienti e al passo con i tempi? Se vi siete lasciati sedurre da Kitchen Nightmares, potrete farlo ora, ma con una versione tutta italiana. Al via le riprese di Cucine da incubo Italia, la nuova produzione di Fox International Channels Italy, realizzata da Endemol Italia, basata sul format Kitchen Nightmares, portato al successo dallo chef inglese Gordon Ramsay. Andrà  in onda la prossima primavera su FoxLife (Sky, canale 114) in dieci puntate da 60 minuti ciascuna. Protagonista della versione italiana del programma sarà  Antonino Cannavacciuolo, considerato uno dei migliori chef d’Italia e proprietario dell’hotel ristorante a due stelle Michelin Villa Crespi sul lago d’Orta. Nel corso delle dieci puntate, Cannavacciuolo avrà  il compito di risollevare le sorti di altrettanti ristoranti sull’orlo del fallimento, a causa della cattiva gestione. Un forte temperamento, unito a spiccate doti imprenditoriali, fanno di questo chef il perfetto erede italiano di Gordon Ramsay, pronto a riportare ordine fuori e dentro la cucina e a dare validi suggerimenti a ristoratori disperatamente bisognosi di aiuto. Con Cucine da Incubo Italia, Fox International Channels Italy e i suoi canali in esclusiva su Sky continuano l’impegno nel campo delle produzioni italiane in cui vantano una lunga serie di successi. Tra questi ricordiamo le serie tv originali Boris, Non Pensarci (Fox), Il Mostro di Firenze e Donne Assassine (FoxCrime); l’adattamento italiano di format internazionali come Cambio Moglie, SOS Tata, Sex Education Show e Tesoro, salviamo i ragazzi! (FoxLife); oltre a numerosi format originali come Reparto Maternità  e Cambio Cane (FoxLife). Firma la regia Giacomo Frignani. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi