WIKILEAKS: ASSANGE PENSA A CANDIDATURA A SENATO IN AUSTRALIA

SECONDO SONDAGGIO, AVREBBE BUONE CHANCE DI ESSERE ELETTO

(ANSA) – NEW YORK, 12 DIC – Un futuro in Parlamento per il fondatore di Wikileaks Julian Assange? Stando ai media australiani, rilanciati dal sito anti-segreti, il responsabile della maggiore fuga di documenti riservati della storia ha deciso di fondare un “partito Wikileaks” con il quale candidarsi per il Senato ‘down under’ nel 2013. I piani per la registrazione del partito di Wikileaks “sono significativamente avanzati”, ha indicato lo stesso Assange a The Age secondo cui “un numero consistente di figure ammirate dal pubblico australiano” sono pronte a entrare con lui nelle liste. La stessa Primula Rossa del Cablegate è riuscito a registrarsi come elettore all’estero mentre è ancora rifugiato nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra: in Australia è suo padre che si occuperebbe della formazione del partito e della presentazione dei documenti richiesti. Secondo sondaggi condotti in Australia, Assange avrebbe buone possibilità  di vincere nel New South Wales o in Victoria. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi