GB: SI DIMETTE DIRETTORE TIMES, SOSTITUZIONE ERA NELL’ARIA

(ANSA) – LONDRA, 12 DIC – Era nell’aria che sarebbe stato sostituito. Così il direttore del Times di Londra ha deciso di anticipare l’editore, Rupert Murdoch, e di rassegnare le dimissioni. James Harding, da cinque anni alla quida del quotidiano britannico, ha comunicato oggi pomeriggio la sua decisione alla redazione che si è detta “scioccata”. “Mi era stato fatto presente in maniera chiara che New Corporation aveva intenzione di nominare un nuovo direttore per il Times. – ha spiegato Harding – Per questo ho acconsentito a farmi da parte. Ho chiamato Rupert (Murdoch) questa mattina per offrirgli le mie dimissioni e le ha accettate”. Al momento assumerà  la direzione ad interim del Times l’attuale vicedirettore Keith Blackmore, mentre il candidato più accreditato sembra essere John Witherow, da 15 anni alla direzione del Sunday Times. Resta tuttavia sorprendente la tempistica per le dimissioni di Harding che è stato nelle ultime settimane una figura chiave nei contatti tra Downing Street e i direttori dei giornali britannici, nell’ambito delle discussione rispetto all’Inchiesta e poi al rapport Leveson che tenta di mettere a punto nuove regole per i media, questo dopo il clamore scaturito dal ‘tabloigate’ nato dallo scandalo intercettazioni che ha visto coinvolte le testate del gruppo di Murdoch. (ANSA)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari