SALLUSTI: DIRETTORE GIORNALE COMMOSSO DOPO ASSOLUZIONE

(AGI) – Milano, 14 dic. – Era commosso il direttore del Giornale Alessandro Sallusti dopo la sentenza di assoluzione   nel processo che lo vedeva imputato per evasione dai domiciliari.   Il pm Piero Basilone aveva chiesto per lui la condanna a 6 mesi e 20 giorni di carcere per tentata evasione, ma il giudice ha assolto il giornalista perche’ “il fatto non sussiste”. “Non e’ mai stata violata nessuna norma – ha commentato Ignazio La Russa, che ha difeso Sallusti insieme all’avvocato Valentina Ramello – Sallusti era insieme agli operatori della polizia giudiziaria”. I difensori di Sallusti avevano chiesto l’attenuante per fatti di particolare valore morale che, comunque, il pm non aveva ritenuto di accogliere. L’assoluzione fa decadere anche la sospensione per Sallusti dall’ordine dei giornalisti. Resta la condanna definitiva a 14 mesi di carcere per il reato di diffamazione. Alcuni parlamentari, ha detto La Russa, stanno promuovendo una raccolta di firme per chiedere la grazia al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Tra questi c’e’ lo stesso la Russa. La raccolta firme e’ stata promossa dal capo ufficio stampa del Pdl, Luca D’Alessandro.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari