Tv non generalista – Novembre 2012

In allegato le tabelle elaborate da Starcom relative agli ascolti della tivù non generalista a novembre 2012 e, in particolare, la classifica dei canali più visti, dei programmi più visti e i dati di trend share e di share per target.

– Tv non generalista – Novembre 2012 (.pdf)

Il commento di Starcom
A novembre la tv non generalista supera il 33% di share nel totale giorno, con una crescita negli ascolti pari al +27% sull’omologo 2011. In seguito al completamento del processo di switch off il pubblico si fa più numeroso in tutte le fasce orarie, soprattutto la mattina dove la share raggiunge quasi il 40%.
Il 5% di share appartiene al gruppo sat pay Sky+Fox che a novembre vede crescere i propri ascolti di circa il +8% nel totale giorno. Ottime in particolare le performance dell’access prime time e della prima serata (entrambe +13% di ascolti vs novembre 2011); la mattina è l’unica fascia oraria a registrare disaffezione da parte dei telespettatori (-14% vs novembre 2011).
Quasi il 28% appartiene ai canali del gruppo Altre Tv digitali (terrestri + satellitari), che convincono e appassionano sempre più telespettatori, soprattutto nelle fasce della mattina e del pomeriggio. Da segnalare, inoltre, +43% di ascolti registrato nella fascia meridiana, tra le 12 e le 15.
Rientra in questo gruppo il canale Cielo (0.7% di share nel totale giorno).
Passando ad analizzare i singoli canali del gruppo Altre Tv digitali, il canale dedicato alle fiction Rai Premium si piazza in cima alle preferenze dei telespettatori, ottenendo i migliori risultati di audience mensili: oltre 157 mila spettatori nel minuto medio. Il programma più visto di novembre è la telenovela brasiliana Terra Nostra, con la puntata di venerdì 9 novembre vista da 518 mila spettatori in fascia 18-19 e anticipata dall’altra soap Perla Nera (in onda fino alle 18.20).
Subito dietro Real Time, con 155 mila spettatori nel minuto medio e la migliore performance programma realizzata dal docu-shock Non sapevo di essere incinta (460 mila spettatori domenica 11 novembre in fascia 23-24).
Tra i canali dedicati al cinema, segnaliamo il buon piazzamento di Iris: oltre 138 mila spettatori nel minuto medio. Su Iris il film più visto a novembre è stato il film d’azione Montecristo, con un’audience che ha quasi toccato i 700 mila spettatori domenica 18 novembre in fascia 17-18.
Nel gruppo sat pay Sky+Fox le migliori performance mensili sono ottenute da Sky Sport 1 (56 mila spettatori/audience minuto medio) e Sky Calcio 1 (39 mila spettatori/audience minuto medio), grazie alle partire in diretta del Campionato di calcio serie A. La squadra più seguita a novembre è la Juventus, che quando gioca in casa arriva a superare il milione di audience. Sabato 3 novembre l’anticipo Juventus-Interha catalizzato l’interesse di ben 1,5 milioni di telespettatori su Sky Sport 1 tra le 21 e le 22, mentre su Sky Calcio 1 l’anticipo Juventus-Lazioha coinvolto circa 1,1 milioni di spettatori sabato 17 novembre in fascia 19-20.
Tra i programmi non sportivi, segnaliamo l’ottima performance ottenuta da Sky TG24 lunedì 12 novembre (723 mila spettatori in fascia 21-22 ) con l’atteso confronto fra i cinque aspiranti al ruolo di candidato premier del centrosinistra. Il dibattito è andato in onda anche su Cielo (in fascia 21-23 lunedì 12 il canale digitale free del gruppo Sky ha superato il milione di audience) e, in streaming, su Sky.it.
Infine, in evidenza i risultati ottenuti dal cinema di Sky Cinema 1 con la prima tv di Immaturi-Il viaggio, e il talent show X Factor, in prima tv su Sky Uno (poi riproposto anche in replica su Cielo).

– Tv non generalista – Novembre 2012 (.pdf)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Pubblicità in ottima salute a luglio: +7,4% (+6,1% senza search e social). Nielsen: +2,3% primi sette mesi

Pubblicità in crescita del 6,2% a giugno (+5% senza search e social). Nielsen: primo semestre a +1,8% sul 2017

Pubblicità in calo a maggio, -1,8% (-4,9% senza search e social). Nielsen: giù tutti i mezzi tradizionali