Cinema: l’antipirateria cambia nome

(ASCA) – Roma, 20 dic – La Federazione Anti-Pirateria Audiovisiva diviene, a partire da oggi, la Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali ”non solo una nuova denominazione, ma un importante segnale ricco di contenuto” dichiara Federico Bagnoli Rossi, Segretario Generale FAPAV, ”questa decisione e’ in linea con i cambiamenti intercorsi in questi ultimi mesi all’interno della FAPAV e nasce dall’esigenza della Federazione di rappresentare al meglio l’industria audiovisiva nella sua totalita”’. La nuova denominazione FAPAV esemplifica quella che e’ la mission della Federazione e la sua strategia: la tutela dei contenuti audiovisivi con particolare riferimento al web e ai new media. ”Ancora una volta FAPAV, in continuita’ con il lavoro svolto in questi quasi 25 anni di attivita’, conferma la sua dinamicita’ e la voglia di interpretare le nuove sfide che il campo della tutela dei contenuti offre, con un nuovo approccio e una nuova immagine, rivolta al futuro”. Coerentemente con la scelta di adottare una nuova denominazione, e’ stato ideato un nuovo logo ed un nuovo sito web che accompagneranno il rinnovato percorso della Federazione. Come sottolinea Federico Bagnoli Rossi ”Il nuovo logo e’ costituito da un simbolo semplice ma immediato, in grado di esprimere dal punto di vista grafico il nuovo approccio della Federazione”. Il nuovo sito FAPAV, a breve on-line e completamente rinnovato nella forma e nei contenuti si propone come punto di riferimento per l’informazione e l’approfondimento delle tematiche relative alla tutela dei contenuti, offrendo una panoramica sulle principali novita’ in materia sia a livello nazionale che internazionale e sugli ultimi studi di settore, oltre che uno strumento ad alta fruibilita’ per le attivita’ degli Associati. Il Segretario FAPAV conclude dichiarando che ”a riconoscimento del lavoro svolto quest’anno sono lieto di annunciare che per la prima volta un importante circuito di sale cinematografiche, quale UCI Italia, entra a far parte di un’associazione che si occupa di tutela dei contenuti ed e’ inoltre con piacere che comunico anche la ratifica dell’ingresso in Federazione di tre importanti player dell’industria audiovisiva in Italia: CG Home Video, Lucky Red e Moviemax Media Group”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi