RAI: OLTRE 4 MLN TELESPETTATORI PER ‘IL LIBRO DELLA GIUNGLA’

(AGI) – Roma, 20 dic. – Ottimi ascolti ieri per il film d’animazione Disney ‘Il libro della giungla’ che, su Rai1, e’ stato visto da 4 milioni 219mila spettatori con uno share del 15.19%. Su Rai2 la partita Napoli – Bologna, valida per gli ottavi di Coppa Italia, e’ stata seguita da 3 milioni e 535mila persone con il 12.95% di share. Ottimo risultato anche per Chi l’ha visto? che su Rai3 ha ottenuto il 14.62% di share e 3 milioni 760mila spettatori. Da segnalare, sempre su Rai1, gli ascolti di UnoMattina, 1 milione 144mila spettatori e 21.91%; L’Eredita’, 5 milioni 241mila e 23.20% e Affari Tuoi, 5 milioni 522mila e 19.66%. Buoni gli ascolti anche per Porta a Porta che ha registrato il 13.44% con 1 milione 631mila spettatori. Su Rai2 calcio e Coppa Italia protagonisti non solo nella serata, la partita Lazio-Siena giocata nel pomeriggio ha raggiunto, durante i calci di rigore, il 14.38% di share con 1 milione e 753mila spettatori. Infine, su Rai3, ancora ottimi ascolti per Buongiorno Regione che ha registrato il 13.84% di share pari a 876mila spettatori. Sui canali tematici buoni ascolti per Rai Premium che con Un Medico in Famiglia 5 ha raggiunto il 3.65% e 434mila ascoltatori e Rai Yoyo che nella mattinata, con i Barbapapa’, e’ stata vista da 199mila persone pari al 3.03% di share mentre nella fascia pomeridiana, con Peppa Pig, ha raggiunto il 3.33% con 360mila spettatori. Netta vittoria delle reti Rai in prima serata con 12 milioni 368mila spettatori e uno share del 44.34%; in seconda serata con 4 milioni 291mila e il 37.17% e nell’intera giornata con 4 milioni 482mila e il 42.26%.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi