RAI: SPESE MINZOLINI; EX DG MASI “CONVINTO DI TOTALE BUONA FEDE”

(AGI) – Roma, 20 dic. – “Sono convinto della sua totale buona fede, a mio avviso siamo in presenza di un misunderstanding amministrativo”. E’ quanto ha detto oggi ai giudici della sesta sezione penale del tribunale di Roma, l’ex direttore generale della Rai, Mauro Masi, ascoltato nell’ambito del processo che vede come imputato l’ex direttore del Tg1, Augusto Minzolini, accusato di peculato per le spese compiute con la carta di credito aziendale. Nel corso dell’interrogatorio l’ex dg della Rai Masi ha inoltre ricordato che la carta di credito concessa a Minzolini non rappresentava un’ulteriore voce dei suoi emolumenti annuali e poteva disporre di circa 5 mila euro al mese per spese di rappresentanza. “Si tratta di una carta – ha sottolineato Masi ai giudici – che era stata concessa, come ad altri dirigenti, per poter affrontare in maniera rapida le spese conseguenti al suo incarico senza dover attendere l’iter dei rimborsi”.
“Minzolini comunque – ha detto ancora Mauro Masi – quando si presento’ il problema della restituzione del denaro non sollevo’ questioni e restitui’ immediatamente quanto dovuto”. La prossima udienza del processo e’ stata fissata per il 21 gennaio prossimo, quando sara’ ascoltato lo stesso Augusto Minzolini.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi