RAI: ASR,TROPPI DUBBI SU FILM MAKER;STOP GIORNALISTI-PROGRAMMISTI

(AGI) – Roma, 21 dic. – Una forte preoccupazione per l’introduzione della figura del film maker nel sistema produttivo Rai viene espressa dall’associazione stampa romana. Per l’ASR si tratta di “una sorta di inviato in grado di girare e montare, quindi di svolgere tre professioni in una, di cui finora non si conoscono ne’ i compiti specifici, ne’ i limiti nell’utilizzo, ne’ gli aspetti retributivi”. La preoccupazione per questo aspetto si somma a quella per il fatto che in Rai e’ ancora aperta la questione dell’inquadramento dei giornalisti impiegati nelle reti con contratto di programmista-regista, “professionisti impiegati sul campo in inchieste, servizi, collegamenti in diretta, come i colleghi delle testate, ma senza le stesse tutele legali e riconoscimento economico”.
La presa di posizione dell’Asr prende spunto dal fatto che proprio in questi giorni la Rai e le organizzazioni sindacali sono impegnate in ripetuti incontri al fine di chiudere la trattativa per il contratto dei dipendenti Rai non giornalisti e non dirigenti prima della chiusura dell’anno. L’Asr inoltre si appella all’Usigrai “perche’, come ha gia’ dichiarato nel congresso di Salerno, vigili sull’impropria introduzione di ambigue figure professionali e, d’intesa con le Associazioni regionali della stampa, apra un confronto con la Rai sul corretto inquadramento dei giornalisti che svolgono la professione nelle reti”, come appunto nel caso di quelli che sono poi indicati come programmisti-registi. A questo fine e’ stato costituito un coordinamento dei giornalisti ‘atipici’ della Rai presso l’Asostampa romana che, d’intesa con l’Usigrai, sta studiando una piattaforma comune sulla quale costruire il confronto con l’azienda di viale Mazzini.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi