TLC

02 gennaio 2013 | 14:47

Wind: Ibarra, Authority intervenga o chiudiamo Infostrada

02 Jan 2013 12:08 CEST Wind: Ibarra, Authority intervenga o chiudiamo Infostrada

ROMA (MF-DJ)–”Senza un intervento deciso delle Authorities potremmo essere costretti a valutare la chiusura di Infostrada, il piu’ importante operatore alternativo a Telecom Italia sulla rete fissa con 2,5 milioni di clienti diretti”.

Lo afferma Maximo Ibarra, amministratore delegato di Wind, nel corso di un’intervista al Corriere della Sera del 30 dicembre, spiegando tuttavia che non si tratta di un ultimatum: “non mi piace questa parola”. Nella rete fissa, secondo Ibarra, “e’ sbagliato dire che c’e’ poca concorrenza, in quanto non c’e’ concorrenza affatto”. L’a.d. di Wind ritiene, in particolare, “eccessivo il canone da versare a Telecom” e chiede un intervento per un canone unbundling piu’ basso di 9,26 euro. “C’e’ qualcosa che non va – spiega – se la voce di costo piu’ importante per l’azienda e’ quella che va a Telecom, piu’ alta anche di quella del personale. Non e’ un problema di buoni o cattivi ma sarebbe un peccato per il Paese perdere la concorrenza vitale di Infostrada”.

A proposito dell’idea avanzata da Franco Bassanini di una societa’ unica della rete dove far confluire tutti, Ibarra
sottolinea che “sarebbe un’importante soluzione, purche’ la societa’ abbia una governance ben costruita per permettere
parita’ di accesso a tutti gli operatori, sia per il rame che per la fibra”. red/liv

(END) Dow Jones Newswires

January 02, 2013 06:08 ET (11:08 GMT)