Egitto/ Assolto presentatore tv anti-islamista Okacha

Il Cairo, 8 gen. (TMNews) – Un tribunale egiziano ha assolto il presentatore televisivo Tewfik Okacha, che era accusato di incitazione all’omicidio del presidente islamista Mohamed Morsi. Lo si è appreso da una fonte giudiziaria. Il tribunale di Giza, sobborgo del Cairo, ha deciso di assolvere Okacha, conduttore e proprietario dell’emittente privata al Farain (i Faraoni), dalle accuse di incitamento all’omicidio del presidente, afferma la fonte, senza fornire precisazioni sulle motivazioni della sentenza. Il processo del presentatore si era aperto a settembre e la sua tv da allora aveva interrotto le trasmissioni.
Okacha, noto per le sue prese di posizione virulente contro gli islamisti, in particolare i Fratelli musulmani di cui è espressione il presidente Morsi, aveva denunciato un “processo politico”. Morsi, che ha assunto l’incarico il 30 giugno, è il primo presidente egiziano islamista ed il primo ad non essere espressione dell’apparato militare dal rovesciamento della monarchia nel 1952. I suoi oppositori lo accusano di voler imbavagliare la stampa. A inizio gennaio, il Procuratore generale egiziano aveva deciso di aprire una inchiesta a carico del presidente di una popolare emissione di satira politica, Bassem Youssef, accusato di aver insultato il presidente islamista. Nel suo programma al Barnameg, Youssef aveva ironizzato sugli islamisti e sull’allargamento dei poteri che si era arrogato di recente Morsi, facendo scoppiare una crisi nel Paese a novembre e dicembre.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari