Tv: Agcom, online decoder per ricezione programmi digitali

ROMA (MF-DJ)–E’ disponibile sul portale www.agcom.it/decoder la classificazione di Tv e decoder per la ricezione dei programmi televisivi in tecnica digitale.
Per favorire una scelta piu’ consapevole dei consumatori nell’acquisto di televisori e decoder per la ricezione dei programmi televisivi in tecnica digitale, da oggi e’ possibile conoscere, collegandosi al portale www.agcom.it/decoder, quali sono i modelli in commercio classificati dai produttori secondo le indicazioni contenute nella delibera dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni. Quest’ultima, informa una nota, prevede una classificazione degli apparati sulla base delle loro caratteristiche tecnologiche.
Si parte dalla classe 1 nella quale rientrano i modelli piu’ avanzati, ossia dotati di funzionalita’ quali, l’alta definizione e la predisposizione per la pay-tv, e, soprattutto, multipiattaforma, (l’obiettivo dell’Autorita’, infatti, e’ quello di diffondere informazioni chiare e trasparenti sulle caratteristiche di tutti i tipi di apparati per la ricezione di programmi televisivi in tecnica digitale, a prescindere dalla piattaforma utilizzata: satellitare, terrestre o internet),fino all’ultima classe di riferimento, la 6, nella quale rientrano i modelli monopiattaforma con caratteristiche piu’ essenziali. Sono comunque esclusi dalla classificazione i cosiddetti “zapper” che non prevedono neanche l’ordinamento automatico dei canali.
La classificazione verra’ a breve completata con una categoria “plus” per quegli apparecchi delle classi da 1 a 6 dotati di un sintonizzatore/decodificatore digitale terrestre in standard DVB-T2/MPEG e che saranno gli unici commercializzabili a partire dal 1* luglio 2015.
Il portale www.agcom.it/decoder, in cui ad oggi sono presenti i prodotti 2012 di LG e PANASONIC per gli apparecchi TV e TELESYSTEM e FUBA per i decoder, si arricchira’ di altri modelli via via che i loro produttori ne avranno completato l’inserimento nel database.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi