RAI: ARRIVA TELECOMANDO INTEGRATO PER SCELTA RAPIDA CANALI

GUBITOSI, SERVIZIO FINORA SOLO PAY DISPONIBILE GRATIS PER TUTTI

(ANSA) – ROMA, 14 GEN – Arriva sulla Rai il nuovo servizio Telecomando integrato che consente di scegliere con semplicità  quale canale televisivo o radiofonico sintonizzare sulla tv. Il nuovo software, che sarà  attivo nei prossimi giorni, consente con la pressione di un tasto del proprio telecomando di accedere a qualsiasi canale e conoscere il programma in onda, il successivo, ma anche avere una scheda sulla trasmissione che si vede. “Un servizio disponibile finora solo nel pay, sarà  ora alla portata di tutti in modo gratuito”, ha detto il direttore generale Rai Luigi Gubitosi, in conferenza stampa con il direttore delle Strategie tecnologiche Luigi Rocchi e il direttore del Centro ricerche e innovazioni tecnologiche Alberto Morello. Per avviare il Telecomando integrato basta sintonizzare un canale Rai (sia con televisori con ricevitore digitale integrato MHP, sia con televisori analogici tramite decoder MHP) e premere il tasto rosso del normale telecomando. Compariranno in sovrimpressione la lista dei canali e le informazioni ‘present’ e ‘next’ dei singoli canali. Con un semplice ‘ok’ il televisore si sintonizzerà  istantaneamente sul canale prescelto. E’ previsto che il Telecomando integrato evolva per divenire la ‘porta di accesso’ a tutta l’offerta interattiva e multimediale Rai per il televisore. Per quest’ultima funzionalità  il televisore dovrà  essere connesso alla rete IP. L’applicazione è stata realizzata con tecnologia MHP (Multimedia Home Platform) così da essere fruibile su tutti i comuni decoder e sugli attuali TV digitali. Tali ricevitori sono identificati dai bollini DGTVi: Blu per i ricevitori a definizione standard e Gold per quelli ad Alta Definizione, con ingresso IP.(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi