CINEMA: CODACONS, CONTRO CRISI RIDURRE PREZZI BIGLIETTI

(ANSA) – ROMA, 15 GEN – Per far tornare gli italiani nelle sale cinematografiche “bisogna ridurre le tariffe ed introdurre promozioni e sconti”. Lo sostengono Codacons e Associazione Utenti radiotelevisivi, che commentano con preoccupazione i dati annuali presentati oggi da Anec, Anem e Anica. E sottolineano: “si tratta di dati allarmanti perché attestano un profondo cambiamento nelle abitudini degli italiani”. “I cittadini non hanno più soldi per lo svago – dice il presidente Carlo Rienzi – e la pesantissima flessione del 10% delle presenze lo dimostra inequivocabilmente. In un momento storico in cui le famiglie faticano ad arrivare a fine mese, le spese per i divertimenti e per beni non primari, come appunto i cinema, vengono inesorabilmente tagliate, con ripercussioni pesanti per il settore della cultura”. Una serata al cinema, prosegue Rienzi, “può arrivare a costare 50 euro a famiglia, se si considerano i livelli raggiunti dai prezzi di biglietti, pop corn, bibite, ecc. Per far tornare gli italiani nelle sale cinematografiche bisogna ridurre le tariffe e introdurre promozioni e sconti tutta la settimana, non solo il mercoledì, con particolare riferimento ai nuclei familiari, agli anziani e ai giovani”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo