Cinema, New media

15 gennaio 2013 | 17:12

INTERNET: CON FLAVIO PARENTI CINEMA INTERATTIVO SU YOUTUBE

‘DAYS: THE CROSSMOVIE’ IL PRIMO FILM ‘IN MANO ALLO SPETTATORE’

(di Nicoletta Tamberlich) (ANSA) – ROMA, 15 GEN – Le banche centrali sono crollate. L’Italia assiste attonita al capitolare dell’economia di mercato. Dopo mesi il Paese non è più una nazione, ma una penisola battuta dall’anarchia. Quattro ragazzi tentano di sopravvivere, scoprendo ben presto che il crollo del loro mondo… non è un caso. Da qui ha il via ‘Days: The Crossmovie’, la nuova produzione di cinema interattivo, creata dal regista e attore 33enne Flavio Parenti (Woody Allen, Peter Greenaway, Pupi Avati), da oggi in esclusiva su YouTube. Il film porta dentro la sala di regia lo spettatore, per la prima volta messo in condizione di dirigere lo svolgersi degli eventi e creare così più di 200.000 combinazioni di film diverse: la scelta di uno dei quattro personaggi con la quale la storia ha inizio e, regolarmente, durante la visione del film, la scelta di imboccare o meno una determinata linea narrativa. Parenti, 33 anni, che a febbraio sarà  protagonista della fiction Rai1 ‘Un matrimonio’ di Pupi Avati, alla domanda su che futuro per il piccolo schermo in merito alle potenzialità  fornite da YouTube e dal Web, fa notare: “il 75% dell’utilizzo di banda internet nel mondo è per prodotti audiovisivi, nei prossimi anni ci sarà  una inevitabile fusione di internet con gli elettrodomestici classici (tra cui il televisore). Al Computer Electronic Show abbiamo visto come le nuove tecnologie permetteranno una visione immersiva tridimensionale (non con occhialini, ma con proiezioni che “invadono” l’intera stanza). Il futuro dunque è mobile da una parte, ed immersivo dall’altra”. Insomma, argomenta l’attore e regista, “i media tradizionali sono destinati ad essere assorbiti ad uno ad uno da un unico grande media: internet”. Days è stato girato in 4 settimane, e ultimato con 25.000 euro all inclusive, “almeno 20 volte meno – sottolinea Parenti – che se fosse stato girato in maniera tradizionale”. “Se lo spettatore segue un personaggio che sta nei campi, ma sceglie poi di ‘saltare’, sembra stare in un bunker, si ritroverà  immerso nel mondo di questo nuovo personaggio all’istante. Ora, per non spiazzare troppo lo spettatore, il regista è fondamentale perché deve fare un establishing che gli permetta subito di “localizzarsi”. Più lo spettacolo è interattivo più le regole grammaticali sono ferree”. Parenti si è avvalso di un cast eterogeneo tra volti affermati, come quello di Eros Galbiati (Notte prima degli esami, Il peccato e la vergogna, Mia madre), special guest, come Sohee Park (protagonista di The Ramen Girl insieme a Brittany Murphy), Paolo Fratter, anchorman di SkyTg24 e volti nuovi dello spettacolo italiano. Parte della colonna sonora è stata affidata a Luca Ferrari, chitarrista e co-fondatore dei Verdena. Days: The Crossmovie è una produzione Bymysidewebseries, casa di produzione nata da un’idea dello stesso Parenti. (ANSA).