Cinema

17 gennaio 2013 | 15:29

CINEMA: CROLLO ESPORTAZIONI ITALIANE, 93 MILIONI NEL 2011

RICERCA UNINDUSTRIA, NEL 2002 ERANO A 250 MILIONI

(ANSA) – ROMA, 17 GEN – Il crollo delle esportazioni di prodotti audiovisivi italiani dai 250 milioni di euro del 2002 ai 93 milioni del 2011: è il dato più eclatante emerso dalla ricerca ‘Progetto di internazionalizzazione delle imprese dell’audiovisivo’, presentata da Unindustria e Distretto dell’audiovisivo e dell’Ict, stamani a Roma. “Emerge un dato molto negativo per l’Italia, c’é un forte squilibrio fra import ed export. Bisogna – spiega Giampaolo Letta, amministratore delegato di Medusa e vicepresidente Unindustria con delega ad industria creativa, cultura e turismo – puntare all’internazionalizzazione, che deve consistere sia nell’esportare prodotto all’estero sia nel partecipare a più coproduzioni e attirare più investimenti esteri in Italia”. Per Letta è necessario “un salto di mentalità  sul lato imprenditoriale e di risorse. Vanno trovate storie con caratura internazionale e linguaggi che si adattino a questa caratura, quindi anche girando alcuni progetti in inglese o in francese”. In questo senso, l’ad di Medusa conferma un’ipotesi anticipata dal produttore dei film dei Soliti idioti, Pietro Valsecchi, cioé realizzare un terzo capitolo delle loro avventure ambientato a New York e in inglese: “L’idea è vera, per quanto curiosa, stiamo vedendo se sarà  possibile”. (ANSA).