CINEMA: E.ROMAGNA, 4 MLN EURO PER PASSAGGIO A TECNOLOGIA DIGITALE

(AGI) – Bologna, 17 gen. – Prosegue il sostegno della Regione Emilia Romagna alla transizione dalla pellicola al digitale dei cinema. E’ di un milione di euro, infatti, il contributo per sostenere il passaggio alla tecnologia digitale delle sale cinematografiche gestite da enti locali, fondazioni, associazioni e altri enti con finalita’ sociale, culturale, ricreativa e sportiva, non costituiti in forma di impresa. Questo provvedimento si aggiunge ad un altro bando, che stanzia tre milioni finanziati con il “Por Fesr Asse 2”, destinato alle imprese del terziario che esercitano attivita’ di proiezione cinematografica.
Il contributi supporteranno le spese che le sale cinematografiche dovranno sostenere per favorire processi di conversione alla tecnologia elettronica digitale. Saranno esclusi i progetti con spesa ammissibile inferiore a 30 mila euro: il contributo concedibile non potra’, in ogni caso, superare l’importo di 75 mila euro per progetto. Le domande di contributo degli enti non costituiti in forma di impresa dovranno essere trasmesse alla Regione, attraverso la posta elettronica certificata, dal 15 febbraio 2013 al 15 aprile 2013. Le spese previste per la realizzazione del progetto potranno essere sostenute a partire dal 30 ottobre 2012 e gli interventi agevolati dovranno concludersi entro il termine di 18 mesi dalla data di adozione dell’atto di concessione del contributo. Entro lo stesso termine dovra’ essere presentata alla Regione la documentazione di rendicontazione finale degli interventi agevolati. Le spese ammissibili riguardano: l’acquisto di apparecchi di proiezione e riproduzione digitale conformi alle specifiche digital cinema initiatives (dci); l’acquisto di impianti e apparecchiature per la ricezione del segnale digitale via terrestre o via satellite e le spese per l’adeguamento impiantistico dei locali adibiti alla proiezione.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo