TV: AIART RITIRA DENUNCIA CONTRO LA7 PER GUZZANTI

“Con soddisfazione abbiamo appreso che Corrado Guzzanti, intervistato dalle ‘Iene’ su Italia 1 (RPT Italia 1) il 13 gennaio ha, in modo chiaro, chiesto ‘scusa a Dio, agli uomini e ai telespettatori’ per le offese al sentimento religioso, fatte nel suo Recital trasmesso da La7, e che avevano suscitato le nostre proteste. L’Aiart dunque ritira ogni denuncia”. Lo afferma Luca Borgomeo, presidente dell’associazione di telespettatori cattolici Aiart. “La decisione dell’Aiart di procedere nei confronti de La7, con denuncia alla Procura della Repubblica di Roma e con segnalazione all’Agcom, mirava soprattutto a richiamare l’emittente al rispetto del sentimento religioso e non tanto ad ottenere sanzioni – continua Borgomeo -. Dunque l’associazione non dà  seguito a tali azioni ritenendo la sua legittima iniziativa mirata non certo a limitare la libertà  di espressione o di satira, quanto a tutelare i telespettatori che hanno diritto, garantito dalla Costituzione, ad essere rispettati dai media nella loro identità  culturale, sociale e religiosa”. L’Aiart, “grazie anche alla collaborazione dei telespettatori e alle loro molte segnalazioni, continuerà  a svolgere la sua azione di vigilanza sui principali programmi televisivi e se necessario chiederà  l’applicazione di sanzioni”. Contro la denuncia di Guzzanti c’é stata anche una forte sollevazione sul web, con una raccolta di firme giunta a decine di migliaia di sottoscrizioni. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi