Televisione

18 gennaio 2013 | 15:06

TV: TUTTA LA VITA DAVANTI, IL NUOVO TALK DI CIAMPOLI SU LA7

DA DOMANI ALLE 14, UOMINI E DONNE COMUNI CHE CE L’HANNO FATTA

(ANSA) – ROMA, 18 GEN – Tutta La Vita Davanti il nuovo talk show del sabato pomeriggio di La7, in onda da domani, alle 14.00, interamente dedicato a uomini e donne comuni che, attraverso scelte coraggiose, sono riusciti a cambiare la loro vita conquistando una nuova prospettiva per il futuro. Ad Arianna Ciampoli spetterà  il compito di raccontare le loro storie parlando con gli ospiti in studio e mostrando i filmati realizzati in giro per l’Italia. La forza di risollevarsi, dopo un licenziamento e dopo un evento drammatico come il terremoto. Questi i temi della prima puntata di Tutta La Vita Davanti: due storie di lavoro e di coraggio saranno raccontate attraverso i filmati e dalla voce dei protagonisti, e saranno commentate da ospiti in studio. Vite di italiani che ce l’hanno fatta, come il ferrarese Paolo Bergonzoni (55 anni), che nel 2011 si è ritrovato senza lavoro, licenziato in piena crisi economica dopo venti anni da responsabile di produzione in un’azienda di cornici. Paolo ha provato sulla propria pelle le difficoltà  di un over 50 a rientrare nel mondo del lavoro. Si è rimesso in gioco, rilevando un negozio di riparazioni di elettrodomestici, e ora può guardare con ritrovata fiducia al futuro. Spazio poi alle donne e i giovani di Emiliamo, movimento nato in seguito al terremoto del maggio del 2012 in Emilia, che racconteranno a Tutta La Vita Davanti come si ricostruiscono la speranza e l’economia dalle macerie, grazie alle braccia dei volontari, alla voce di una radio, alla solidarietà  degli italiani e al grande cuore, simbolo di Emiliamo. La terza storia – interamente raccontata tramite una clip – sarà  incentrata attorno all’attività  ad alta quota del catanese Mirto Monaco, operaio capace di trasformare la passione dell’arrampicarsi sulle rocce in un vero e proprio lavoro. Ospite della prima puntata di Tutta La Vita Davanti sarà  Il Cile, cantautore con un passato da operaio, che dopo il successo del suo primo album Siamo morti a vent’anni, parteciperà  al prossimo Festival di Sanremo nella categoria Giovani. (ANSA).