LIBRI: GIOVANI DIGITALI AMANO QUELLI BELLI DI CARTA, CENSIS

(ANSA) – ROMA, 22 GEN – Il bel libro di carta piace ai giovani digitali, soprattutto se ben stampato. Nell’epoca di Internet, degli ebook, c’é fame dunque di bei libri da sfogliare, da tenere fra le mani. Ad attrarre i ragazzi sono soprattutto gli aspetti più sensoriali: una bella stampa è considerata molto importante dal 64% dei giovani sotto i 25 anni, contro il 46-47% degli over 55 e anche per quanto riguarda le illustrazioni ci sono 10 punti percentuali di differenza tra giovani e anziani. E’ il dato più sorprendente della ricerca del Censis ‘Il libro ‘bello’ è ancora un valore?, realizzata su un campione di 1000 italiani dai 18 anni, intervistati al telefono, commissionata dalla Fondazione Marilena Ferrari e presentata oggi dal curatore Giulio De Rita, dal vice presidente della Fondazione e del Gruppo Utet Grandi Opere Fmr-Arté, Fabio Lazzari e da Ugo Nespolo, presidente del Museo del Cinema di Torino e bibliofilo che possiede una biblioteca di 30 mila libri d’arte. (ANSA)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari