Comunicazione

24 gennaio 2013 | 9:43

Apple/ Utili battono stime ma non aspettative ricavi e outlook

New York, 24 gen. (TMNews) – Nel primo trimestre fiscale del 2013 terminato lo scorso 29 dicembre e lungo 13 settimane, Apple ha registrato un doppio record, quello sugli utili netti e sui ricavi. Sul primo fronte, sono stati registrati 13,1 miliardi di dollari, pari a 13,81 dollari per azione. Nello stesso periodo dell’anno prima, lungo però 14 settimane, Apple aveva messo a segno utili per 13,06 dollari per azione. Il risultato ha saputo battere le attese degli analisti, ferme nell’intervallo 13,48-13.58 dollari.
I ricavi sono arrivati a quota 54,5 miliardi di dollari contro i 46,3 miliardi dello stesso periodo del 2011, ma il mercato si aspettava quota 55 miliardi di dollari.
Anche i numeri record delle vendite dei dispositivi Apple non hanno soddisfatto gli esperti. Nel trimestre, il gruppo con sede a Cupertino (California) ha venduto una cifra mai raggiunta prima di 47,8 milioni di iPhone contro i 37,04 milioni dell’anno prima.
Gli analisti si aspettavano tra i 48 e i 50 milioni di pezzi.
Quella dell’iPhone è una categoria di prodotto attentamente monitorata perché la più redditizia per il gruppo.
Numeri senza precedenti anche per l’iPad: 22,9 milioni di unità  distribuite contro i 15,43 milioni di pezzi dello stesso periodo del 2011. Gli esperti contavano su un risultato compreso tra i 22 milioni e i 23 milioni di unità .
Quanto ai Mac, le vendite sono calate su base annuale a 4,1 milioni di pezzi da 5,2 milioni. In questo caso il mercato è stato completamente deluso, visto che si aspettava quota 5 milioni. Il management del gruppo ha citato a questo proposito “costrizioni sostanziali” nella produzione di nuovi modelli, una debolezza generalizzata del mercato dei PC e l’effetto cannibalizzazione dovuto all’iPad.
Nel periodo inoltre sono stati venduti 12,7 milioni di iPod ontro i 15,4 milioni del primo trimestre fiscale del 2012. In attesa della pubblicazione dei conti, il titolo Apple ieri aveva chiuso la seduta a Wall Street a quota 514,005 dollari, in rialzo dell’1,83%.