Comunicazione

25 gennaio 2013 | 10:10

La7/ Il Cdr: Inspiegabile fretta cessione, pluralismo a rischio

Roma, 24 gen. (TMNews) – “A La7 va in onda un film già  visto: come è già  accaduto in passato, proprio quando, a suon di ascolti, dimostra di poter essere un`alternativa al duopolio l`emittente rischia il ridimensionamento”. E’ quanto si legge in una nota del Comitato di redazione diel Tg di La7.
“A poche settimane dal voto politico – prosegue la nota – Telecom accelera sulla cessione della sua tv, separata tra l`altro dalle frequenze concesse dallo Stato proprio per l`attività  televisiva e che invece rimarrebbero al gruppo telefonico. Tempistica e modalità  della cessione appaiono difficilmente spiegabili con logiche industriali e finanziarie e mettono a rischio, con il futuro stesso dell`emittente, anche il già  debole pluralismo dell`informazione televisiva”.
“Dopo la stagione delle spese folli per i programmi acquistati esternamente senza adeguati ritorni di ascolto l`unica certezza per La7 – osserva la rappresentanza sindacale della redazione dell’emittente – sono i risultati, in termini di audience, credibilità  e raccolta pubblicitaria dell`informazione prodotta dai giornalisti della tv, a cui il direttore Enrico Mentana ha annunciato nuovi spazi in palinsesto”.