Televisione

25 gennaio 2013 | 15:03

MEDIASET: DIFESA BERLUSCONI,INUSITATA FRETTA CORTE D’APPELLO

LO SCRIVONO I LEGALI NELL’ISTANZA PER FERMARE IL PROCESSO

(ANSA) – MILANO, 25 GEN – Hanno parlato di “inusitata fretta della corte d’appello nel definire questo procedimento” Niccolò Ghedini e Piero Longo, i difensori di Silvio Berlusconi nell’istanza anticipata via fax nei giorni scorsi alla Corte d’Appello di Milano per ribadire la richiesta di sospensione del processo sul caso Mediaset e per avanzare un legittimo impedimento per oggi non solo dell’ex premier ma anche di loro stessi. I due legali, nell’avanzare il legittimo impedimento e l’istanza di fermare il dibattimento fino a dopo il voto per via della campagna elettorale, anticipata nei giorni scorsi, si sono lamentati del fatto che i giudici di secondo grado hanno già  fissato un calendario serrato di udienze fino al 4 marzo. Per oggi è prevista la requisitoria del Pg, l’avvocato generale Laura Bertolé Viale, che si è opposto alle richieste dei legali dell’ex premier anche perché il codice non prevede la sospensione dei dibattimenti per motivi elettorali. Il rappresentante della pubblica accusa si è inoltre richiamato all’ordinanza con cui la corte aveva disposto di continuare il processo rigettando la richiesta di uno stop. Ora i giudici sono in camera di consiglio. (ANSA).