Comunicazione, Editoria

28 gennaio 2013 | 9:20

Arrestati decine di giornalisti

Roma, 28 gen. (TMNews) – Gli agenti dei servizi di sicurezza iraniani hanno perquisito nel finesettimana le sedi di quattro giornali riformisti a Teheran e hanno arrestato decine di giornalisti. Secondo il sito di opposizione Kaleme, gli agenti in borghese che effettuavano i controlli hanno minacciato diversi giornalisti sul posto. I giornali in questione sono Shargh, Bahar, Etemad e Arman. Fra i giornalisti arrestati ieri – riporta Le Monde – figura l’umorista Pouria Alami e la notista politica Saba Azarpeyk. Non è chiaro in quale centro di detenzione siano stati portati. Sabato erano stati arrestati Milad Fadaie, caporedattore del servizio politico dell’agenzia ufficiale Ilna, e Soleyman Mohammadi, caporedattore della cronaca del quotidiano Bahar: entrambi sono stati portati nella prigione di Evin.  Alcuni giorni fa il portavoce del ministero della Giustizia, Gholam-Hossein Mohseni Ejei, aveva dichiarato: “Secondo informazioni certe, purtroppo alcuni giornalisti cooperano con gli Occidentali e gli antirivoluzionari”.