GIORNALISTI: FNSI-ASR, SCONCERTO PER NO ANCI A CASO ‘COMUNICARE’

(AGI) – Roma, 29 gen. – La Federazione nazionale della stampa italiana (Fnsi) e l’Associazione stampa romana (Asr) esprimono il loro “sconcerto per la indisponibilita’ dell’Associazione nazionale dei Comuni italiani (Anci)” ad attivare un tavolo tra l’Anci stessa ed il sindacato dei giornalisti al fine di discutere soluzioni condivise da dare al problema rappresentato dalla sorte dei colleghi della partecipata “Comunicare Anci” e del periodico “AnciRivista” dopo la decisione dell’associazione di “mettere sul mercato” la societa’. In un comunicato viene sottolineato che “benche’ sollecitato piu’ volte, il vertice politico dell’Anci non ha accettato di fare la cosa che dovrebbe essere normale nelle relazioni tra parti sociali: discutere i problemi e trovare le soluzioni piu’ idonee”. E ancor di piu’: “il vertice dell’Anci sembra intenzionato a percorrere soluzioni unilaterali circa la ricollocazione dei giornalisti che lavorano in “Comunicare Anci”. Questo e’ inaccettabile. E’ un comportamento che contraddice la stessa tradizione democratica dell’Associazione”. Fnsi ed Asr, “malgrado cio'”, si dicono “impegnate a sostenere sindacalmente – e legalmente, se mai fosse necessario – i colleghi dei quali condivide le rivendicazioni che sono incentrate sulla salvaguardia del posto di lavoro, del rapporto contrattuale e previdenziale in essere, della professionalita’ acquisita in questi anni di attivita’ giornalistica all’Anci”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Liberare le frequenze sopra i 700 Mhz entro il 2020 dai segnali tv. Le mosse dell’Unione Europea per apire il mercato al 5G