Mediaset/ Sentenza potrebbe slittare causa udienza video con Usa

Milano, 1 mar. (TMNews) – Potrebbe slittare dal 23 marzo, ultima udienza fissata per ora dalla corte d’appello, al prossimo mese di aprile la sentenza di secondo grado del processo sui diritti tv di Mediaset che vede tra gli imputati Silvio Berlusconi. Questa mattina infatti, l’avvocato Roberto Pisano, patrocinatore di Frank Agrama ha chiesto un’udienza in videconferenza per sentire il suo assistito anziano e ammalato e che risiede a Los Angeles. I giudici hanno deciso che Agrama non ha diritto all’interrogatorio ma a dichiarazioni spontanee e si sono riservati se e quando avviare una richiesta di assistenza giudiziaria negli Usa. Nel caso di una richiesta di rogatoria i tempi per una risposta non sarebbero brevissimi. Domani sabato parleranno alcuni difensori tra i quali i legali di Fedele Confalonieri. Nicolò Ghedini e Pierlo Longo avvocati di Berlusconi terranno le loro arringhe il 9 marzo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi