Comunicazione, New media

04 marzo 2013 | 11:23

GROUPON:LICENZIA A.D. DOPO CONTI, WALL STREET LA PREMIA

ULTIMO CASO IN BOLLA WEB DOPO DELUSIONI FACECOOK E ZYNGA

(ANSA) – NEW YORK, 01 MAR – Groupon caccia l’amministratore delegato Andrew Mason. E Wall Street promuove a pieni voti la decisione, mettendo le ali ai titoli che arrivano a salire oltre il 9%. Dopo una trimestrale deludente, il consiglio di amministrazione di Groupon ha chiesto – secondo indiscrezioni – l’addio immediato di Mason, già  oggetto di critiche dallo scorso anno. Mason era infatti nel mirino del co-fondatore e presidente di Groupon, Eric Lefkofsky, che lo aveva invitato alla fine del 2012 a difendere con maggior forza Groupon, alle prese con un repentino calo dei titoli. Appelli che si sono tradotti nell’uscita forzata di Mason. “Dopo quattro anni e mezzo intensi e bellissimi come amministratore delegato di Groupon, ho deciso di trascorrere più tempo con la mia famiglia. Sto scherzando, sono stato licenziato oggi”, afferma ironicamente Mason in una email ai dipendenti. Groupon ha avviato la ricerca del nuovo amministratore delegato: fino a quando non sarà  trovato, a guidare la società  saranno Lefkofsky e Ted Leonsis. “Continueremo a investire nella crescita e riteniamo di essere ben posizionati per il futuro” afferma Leonsis. “Voglio ringraziare Andrew per la sua leadership – mette invece in evidenza Lefkofsky – per la sua creatività  e per la profonda lealtà  mostrata a Groupon, che sotto la sua guida è diventata una delle aziende con la crescita più veloce al mondo”. L’uscita di Mason è l’ultima di una serie di ‘addii’ di alto livello nella bolla internet: Groupon, così come Zynga, si sono affermate nel 2010 e 2011 come le nuove protagoniste del web. Il loro sbarco in borsa fra la fine del 2011 e il 2012 non ha però mantenuto le iniziali promesse. Zynga è alle prese con il cambio delle abitudini dei consumatori, che abbandonano il computer per i dispositivi mobili. Facebook, valutata 100 miliardi di dollari, e ora vale solo 71,4 miliardi di dollari. da quando è sbarcata in Borsa nel 2011 Groupon ha chiuso un solo trimestre in utile e i suoi titoli hanno perso il 77% bruciando 800 milioni di valore di mercato. Groupon ha chiuso il quarto trimestre con una perdita di 81,1 milioni di dollari, in aumento rispetto ai 65,4 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente. I ricavi sono saliti del 30% a 638,3 milioni di dollari, sotto le attese di Wall Street. Per il primo trimestre Groupon prevede ricavi fra i 560 e i 610 milioni di dollari.(ANSA).