TLC: CASA BIANCA CONTRO TELEFONI ‘BLOCCATI’ DA OPERATORI

(ANSA) – NEW YORK, 4 MAR – L’amministrazione Obama è favorevole a una rivoluzione sul fronte della telefonia mobile in America, dichiarando il suo sostegno a chi si batte contro la vendita di telefoni ‘bloccati’ che impediscono a chi acquista un cellulare o uno smartphone a prezzo scontato di cambiare liberamente operatore. Rispondendo a una petizione con più di 114.000 firme presentata alla Casa Bianca, David Edelman, consigliere del presidente Barack Obama per le questioni relative a internet e alla privacy, ha affermato come “tutti i consumatori dovrebbero essere in grado di sbloccare il proprio telefono cellulare senza incorrere in rischi di carattere penale o in sanzioni”. “E’ una questione di buon senso – afferma – fondamentale per proteggere le scelte dei consumatori, e importante per assicurare una forte concorrenza sul mercato wireless”. Negli Stati Uniti le compagnie telefoniche – come AT&T o Verizon – da sempre vendono telefoni celulari e smartphone a prezzi scontati se il cliente si lega alla società  con un contratto di lungo termine. L’industria però si difende sostenendo che i consumatori hanno numerose opzioni quando acquistano un telefono: “Possono scegliere di acquistare i telefoni a prezzo pieno senza alcun blocco, o a prezzi decismente scontati firmando un contratto con l’operatore”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci