Editoria

05 marzo 2013 | 16:52

RCS: CDR PERIODICI, CESSIONE TESTATE VIOLA ACCORDI 2012

(ANSA) – MILANO, 5 MAR – Il comitato di redazione dei Periodici Rcs afferma che l’azienda viola gli accordi firmati a gennaio 2012 sullo stato di crisi della divisione, e validi fino al febbraio 2014. In quelle intese, ha scritto il Cdr alla società , Rcs si impegnava a “sviluppare un piano di riorganizzazione alternativo alle dismissioni” rinunciando comunque ad “azioni unilaterali”. Secondo il Cdr dunque la decisione unilaterale di procedere alla dismissione o chiusura di dieci testate periodiche, comunicata unilateralmente da Rcs l’11 febbraio, è “antisindacale” perché in violazione degli accordi sottoscritti. La cessione di una testata, si sostiene poi, potrebbe essere impugnata dai giornalisti per averne una dichiarazione di nullità .(ANSA).