Editoria/ Axel Springer,fatturato digitale supera carta stampata

Francoforte, 6 mar. (TMNews) – Il 2012 ha segnato una svolta storica per il gigante editoriale tedesco Axel Springer: per la prima volta il fatturato delle attività  digitali e internet, a 1,174 miliardi di euro, in rialzo del 22 per cento, ha superato i ricavi realizzati con i media tradizionali, tra si contano quotidiani ad ampia diffusione come Bild e Die Welt, che a 1,126 miliardi di euro è invece calato del 3,3 per cento. Proprio i nuovi media hanno consentito di mettere a segno una crescita sul fatturato totale, un più 3,9 per cento a 3,31 miliardi. L’utile netto si è assottigliato del 4,7 per cento a 275,8 milioni di euro, ma il risultato ante imposte e spese di ammortamento (Ebitda) è cresciuto del 5,8 per cento a 628 milioni di euro, secondo i dati diffusi dalla società . Risultati leggermente migliori di quanto previsto dagli analisti. La dinamica non ha fatto altro che rafforzare la determinazione di Axel Springer a puntare sempre più sul digitale: “Vogliamo accelerare la trasformazione di tutto il gruppo”, ha affermato l’amministratore delegato Mathias Dophner. Per questo si prevedono investimenti, ma anche costi supplementari legati a ristrutturazioni e tagli sulla carta stampata, tanto che il management si attende una contrazione del 10 per cento sull’utile lordo di quest’anno. Previsioni che non sembrano entusiasmare gli investitori, e a tarda mattina a Francoforte le azioni Axel Springer cadono del 6,24 per cento a 34,02 euro.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)