New media

11 marzo 2013 | 16:14

Umbria: Vinti, al via Agenzia Italia Digitale ma resta problema risorse

(ASCA) – Perugia, 11 mar – ”La Regione Umbria ha gia’ emanato le linee guida per l’Agenda digitale e, nel corso del 2013, al termine di un processo di condivisione con gli attori pubblici e privati interessati, sara’ definito il Programma di interventi dell’Agenda che si concentrera’ prioritariamente sullo sviluppo di servizi in rete e sulle interazioni tra comunita’ e reti cooperative diverse (reti di conoscenza)”. Lo sottolinea l’assessore alle infrastrutture tecnologiche immateriali Stefano Vinti che commenta positivamente l’approvazione dello statuto, come annunciato dal ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera, dell’Agenzia per l’Italia Digitale sebbene restino ”tutte le problematiche connesse al drastico taglio di risorse deciso dall’Europa per le infrastrutture tecnologiche, 8 mld di euro sui 9,2 previsti per il periodo 2014 – 2020”. Per Vinti tale contrazione di investimenti e’ in netta contraddizione con gli obiettivi definiti dalla ”Agenda digitale europea”. ”Il cambio di strategia dell’Europa sul sostegno agli investimenti per la banda larga – aggiunge – e’ una scelta sbagliata e penalizzante, per alcuni paesi, tra cui l’Italia, dove lo sviluppo infrastrutturale delle reti e’ ancora debole e parziale, con il rischio concreto che interi settori economici ed interi territori subiscano un ritardo incolmabile. Per questo, e’ necessaria un’azione congiunta delle Regioni e delle forze politiche italiane che siedono al Parlamento di Strasburgo per un ripristino adeguato del fondo per lo sviluppo delle reti a banda larga. E’ evidente – conclude Vinti – che se l’operativita’ dell’Agenzia per l’Italia Digitale e’ una buona notizia, non possiamo non denunciare le problematiche che stanno rallentando la modernizzazione del Paese sotto il profilo dell’adeguamento infrastrutturale tecnologico e dell’abbattimento del digital divide, obiettivi che l’Umbria ha perseguito e perseguira’ con determinazione anche nei prossimi mesi”.