Editoria

13 marzo 2013 | 16:36

DIFFAMAZIONE: PALERMO, A GIUDIZIO RICCI E INVIATA “STRISCIA”

(AGI) – Palermo, 13 mar. – Il Gup di Palermo Luigi Petrucci questa mattina ha rinviato a giudizio l’autore del programma di Canale 5 “Striscia la notizia”, Antonio Ricci, e l’inviata Stefania Petyx per diffamazione aggravata nei confronti di Roberta Bontate, figlia di Giovanni e nipote del boss Stefano Bontate, ucciso nel 1980. Il processo iniziera’ il 7 giugno davanti alla terza sezione del tribunale monocratico di Palermo. Secondo l’accusa, in una puntata del programma dedicata alla gestione dei beni confiscati alla mafia, andata in onda il 4 ottobre del 2010, Roberta Bontate sarebbe stata dipinta come “un soggetto inserito in un torbido sistema affaristico mafioso volto a rimpossessarsi dei beni sottratti alla mafia”. Nello specifico un terreno di Fondo Magliocco, a Palermo, appartenuto alla famiglia Bontate. La signora, che si e’ costituita parte civile attraverso l’avvocato Ennio Tinaglia e non ha mai avuto problemi con la giustizia, era socia di un’associazione che gestiva alcuni beni confiscati alla mafia. (AGI)