Editoria

14 marzo 2013 | 17:01

Mali/ Ambasciatrice Usa: preoccupati per libertà  stampa in Paese

New York Times, 14 mar. (TMNews) – “Gli Stati Uniti sono molto preoccupati per il rispetto della libertà  di stampa nel Paese”. Lo ha detto l’ambasciatrice americana in Mali, Mary Beth Leonard, dopo l’arresto da parte delle autorità  di Boukary Daou, direttore di The Republican, un quotidiano locale. Durante una conferenza stampa con i giornalisti Leonard ha anche aggiunto: “I media hanno un ruolo fondamentale e abbiamo sollecitato la massima protezione della libertà  di espressione e dei diritti garantiti dalla legge”. Daou è stato arrestato da agenti dell’intelligence malesi il 6 marzo. Il blitz è avvenuto poco dopo che il suo giornale aveva pubblicato una lettera di un ufficiale dell’esercito nella quale scriveva che il capitano Hague Amadou Sanogo, alla guida del Paese dopo un colpo di stato, guadagnerebbe 8.000 dollari al mese. Uno stipendio molto alto per la difficile situazione in cui versa il Mali, dal 2012 sconvolto da una guerra civile tra il sud del Paese e i tuareg e gli islamisti che controllano il nord. Gli Stati Uniti di recente hanno inviato un contingente di uomini per aiutare le forze francesi e internazionali impiegate per porre fine al conflitto.