Editoria

16 marzo 2013 | 12:41

PAPA: CON I GIORNALISTI PER LA PRIMA VOLTA USA PAROLA PAPA

PAPA: CON I GIORNALISTI PER LA PRIMA VOLTA USA PAROLA PAPA
(AGI) – CdV, 16 mar. – “Cari amici sono lieto di incontrare voi che avete lavorato in un periodo cosi’ intenso per la vita della Chiesa, cominciato con il sorprendente annuncio del mio predecessore. Avete lavorato in questo territorio che ha il fulcro nella Tomba di Pietro. E avete parlato in particolare del ruolo del Papa e del suo ministero”. Papa Francesco si e’ rivolto cosi’ ai 5mila operatori dei media ai quali ha riservato la prima udienza del suo Pontificato. E’ la prima volta dopo l’elezione di mercoledi’ che Bergoglio pronuncia questa parola, finora sostituita nei suoi interventi dall’espressione teologicamente piu’ precisa di “vescovo di Roma”. (AGI) Siz/Vic (Segue)
PAPA: CON I GIORNALISTI PER LA PRIMA VOLTA USA PAROLA PAPA (2)
(AGI) – CdV, 16 mar. – Il Papa, ha spiegato il nuovo Pontefice, “e’ il pastore della Chiesa” ma la sua presenza non e’ il centro. “Uno viene scelto per essere il centro ma Cristo e’ il centro non il successore di Pietro”. Questa sottolineatura, Papa Francesco l’ha proposta ai giornalisti come un esempio della complessita’ dell’informazione religiosa, ma in realta’ – in quanto parlava a braccio discostandosi dal testo – e’ stato un chiarimento importante per tutti sul modo con il quale Bergoglio vede il suo nuovo ministero. Lo stile umile che si e’ dato ha avuto poi una conferma al momento della benedizione finale, che Papa Francesco non ha dato in modo solenne. “Vi benedico nel mio cuore – ha detto – per rispetto al fatti che tra di voi ci sono molti che non sono cattolici”. (AGI) Siz/Vic
PAPA: CON I GIORNALISTI PER LA PRIMA VOLTA USA PAROLA PAPA (3)
(AGI) – CdV, 16 mar. – Ai giornalisti il nuovo Papa ha ricordato la serieta’ del loro ruolo. “Il vostro lavoro – ha osservato – necessita di studio e particolare attenzione nei confronti della bonta’, della bellezza e della verita’. La Chiesa esiste proprio per questo. Siamo chiamati tutti non a comunicare noi stessi ma questa triade esistenziale”. Papa Francesco ha ringraziato comunque i giornalisti che si sono impegnati per raccontare la Sede Vacante il Conclave. “Avvenimenti storici – ha rilevato – che chiedono lettura complessa. Eventi forse non piu’ complessi di quelli della politica ma che rispondono a una logica diversa. Non e’ facile interpretarla, non serve una lettura politica ma essenzialmente spirituale”. “Vi invito – ha quindi concluso Papa Francesco – a cercare di conoscere sempre di piu’ la natura della Chiesa, le sue motivazioni spirituali. Siate certi che la Chiesa rispetta la vostra preziosa opera”. (AGI) Siz/Vic