Cinema: incassi, Oz a 6 mln e Siani sopra i 14. Salvatores vicino ai 4

(ASCA) – Roma, 20 mar – ”Il grande e potente OZ” con altri 113 mila euro incassati ieri ha raggiunto l’incasso di 5.984.790 euro seguito da ”Buongiorno papa”’ (84 mila euro) e ”Il lato positivo” (73 mila euro). Gabriele Salvatores ha incassato al 19 marzo 3.758.563 euro, 14.032.709 l’incasso dal 14 febbraio al 19 marzo de ”Il principe abusivo” di e con Alessandro Siani. Questi i maggiori incassi della stagione in mln di euro e data di uscita (Dati Cinetel). 1) Madagascar 3-Ricercati in Europa, 21,9 (22/08/2012). 2) The Twilight Saga: Breaking Dawn Parte II, 18,6 (14/11/2012). 3) L’Era glaciale 4-Continenti alla deriva, 16,5 (28/09/2012). 4) Lo Hobbit: Un viaggio inaspettato, 16,4 (13/12/2012). 5) Il Cavaliere Oscuro-Il ritorno, 14,6 (29/08/2012). 6) Il principe abusivo, 14 (14/02/2013). 7) Skyfall, 12,8 (31/10/2012). 8) Django Unchained, 11,9 (17/01/2013). 9) Ted, 11 (04/10/2012). 10) Colpi di fulmine, 10 (13/12/2012). Questi i maggiori incassi italiani della stagione in mln di euro e data di uscita (Dati Cinetel). 1) Il principe abusivo, 14 (14/02/2013). 2) Colpi di fulmine, 10 mln di euro (13/12/2012). 3) La migliore offerta, 8,9 (01/01/2013). 4) I 2 Soliti idioti, 8,7 (20/12/2012). 5) Tutto Tutto Niente Niente, 8,5 (13/12/2012). 6) Il peggior Natale della mia vita, 7,8 (22/11/2012). 7) Mai stati uniti, 5.5 (3/1/2013). 8) Viva l’Italia, 5,3 (25/10/2012). 9) Venuto al mondo, 5 (08/11/2012). 10) Educazione siberiana, 3,7 (28/02/2013).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo