Rcs: Benetton non sottoscriveranno aumento

I Benetton, che controllano il 5,1% di Rcs tramite Edizione, non hanno intenzione di sottoscrivere l’aumento di capitale che la societa’ guidata da Pietro Scott Jovane si appresta a varare.
E’ quanto ha appreso Mf DowJones da una una fonte vicina al dossier che spiega come la decisione di non aderire alla ricapitalizzazione, e quindi di accettare la conseguente diluizione, deriva da piu’ di una perplessita’ sulle misure contenute nel piano allo studio dell’amministratore delegato dell’azienda. Il timore, nel dettaglio, e’ che le misure che verranno proposte non siano in grado di porre un argine alle perdite e di riportare la societa’ in attivo. A queste condizioni, spiega ancora la fonte, partecipare a un aumento rischia di essere inutile. Di fatto a Ponzano Veneto si teme che il piano di Rcs possa essere eccessivamente ottimista.
Secondo quanto si apprende dal bilancio 2011 di Edizione la quota del 5,1% e’ iscritta a bilancio a 28,005 mln, un valore decisamente inferiore a quello iscritto a bilancio dodici mesi prima, pari a 38,68 mln. glm gabriele.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari