Comunicazione

21 marzo 2013 | 14:57

Milano/ Pm chiude indagine sul finanziere Alessandro Proto

Aggiotaggio, ostacolo a vigilanza e truffa
Milano, 21 mar. (TMNews) – Il pm milanese Isidoro Palma ha chiuso le indagini su Alessandro Proto, il finanziere di 38 anni in carcere dal 14 febbraio scorso con le accuse di manipolazione del mercato e ostacolo alla attivita’ degli organi di vigilanza. Nel documento c’e’ anche l’ipotesi di truffa per alcuni episodi Riguardo alla contestazione di truffa, le indagini ipotizzano in sostanza che siano stati ‘attirati’ alcuni imprenditori; questi avrebbero dato un compenso per un business plan che veniva realmente fatto, ma a cui non sarebbe seguito alcun finanziamento. Stando invece alle indagini che hanno fatto scattare le manette, il finanziere, ”agendo in qualita’ di legale rappresentante della societa’ Alessandro Proto Consulting s.a e Proto Organization ltd, divulgava false informazioni concretamente idonee ad alterare in maniera sensibile il prezzo delle azioni RCS Mediagroup e Tod’s”. In particolare, ”affermava falsamente l’acquisto di azioni Tod’s da parte di investitori privati sotto la guida della sua societa’ Alessandro Proto Consulting s.a”. ”Divulgava” poi, sempre secondo l’accusa, ”false informazioni in merito ad acquisti di azioni Rcs e di patti di sindacato da azionisti Rcs” attraverso alcuni comunicati stampa. E poi avrebbe ostacolato la Consob nella sua attivita’ ”mediante risposte parziali e incomplete alle richieste di chiarimenti ed informazioni” sui nomi ”degli investitori” e sulle ”operazioni di acquisto dei titoli di varie societa’ italiane quotate alla Borsa valori di Milano”.