Notizie di agenzia

21 marzo 2013 | 16:15

Cinema: a Roma la prima edizione del Festival veramente indipendente

(ASCA) – Roma, 21 mar – Inaugura oggi a Roma, presso il Cinema Trevi di Vicolo del Puttarello, il Primo Festival del Cinema Veramente Indipendente, una rassegna di quattro giorni in occasione della quale verranno proiettati ben 78 cortometraggi di diverso stile e tematiche ma con un comune fondamentale denominatore: si tratta di opere autoprodotte. Una chiamata a tutti gli appassionati di cinema che nasce senza sponsor e senza case di produzione alle spalle. ”Un’iniziativa coraggiosa e intelligente – ha commentato il regista Daniele Vicari -. L’impostazione ‘senza filtro’ e’ necessariamente un atto di rottura e comporta dei rischi. Il piu’ evidente e’ che alcune opere potranno risultare qualitativamente anche molto scadenti, ma correndo questo rischio si apriranno le porte anche a quelle esperienze difficili da codificare, irregolari e a volte folli, che possono essere portatrici di sorprese e di vitalita’ espressiva”. Passione e creativita’ di molti giovani professionisti saranno esposte in un evento pubblico e libero da logiche di mercato, da giurie e da premi. L’organizzazione, infatti, si e’ proposta a tutti i cineasti, permettendo loro di esporre le proprie creazioni agli occhi del pubblico e dei loro colleghi, sottoponendole non alla critica di una giuria, ma a quella costruttiva di loro pari, ugualmente mossi dalla pura, disinteressata passione per il cinema. ”Il nostro intento – spiega il giovane romano Stefano Carderi, uno degli organizzatori insieme ad Emanuele Venturi – e’ stato quello di organizzare il primo vero Festival di cinema indipendente. Qualcosa che fosse un atto di rottura con tutto quello che ci hanno propinato come ‘indipendente’ fino ad ora, qualcosa di polemico, sicuramente rischioso, ma che desse veramente la possibilita’ a tutti di mettere in mostra le proprie opere, di sottoporle una volta tanto al giudizio di un vero pubblico e di avere da questo un feedback sincero e disinteressato, che non necessariamente dovra’ essere positivo, ma sicuramente sara’ importante nella loro crescita professionale. Abbiamo fatto tutto da soli. E speriamo di esserci riusciti”. Il CVI Festival si concludera’ il 24 marzo: le opere saranno presentate all’interno di un calendario che prevede ogni giorno tre orari di spettacoli: 17:30, 19:30 e 21:30. Tutte le informazioni e i titoli dei film in programma sul sito http://www.cvifestival.com.